Menu

ARCHIVIO

La lezione delle scimmie

Care colleghe, cari colleghi, fra pochi giorni inizierà la scuola e vorrei augurarvi buon lavoro con un po’ di umorismo edificante. La parabola che sto per raccontarvi si ispira a un esperimento scientifico veramente realizzato tanti anni fa. Un ricercatore chiuse 5 scimmie in una stanza dove si trovava una scala e in cima alla scala c’erano delle banane. Una delle scimmie salì sulla scala per prendere le banane ma…
Nota. Ho inserito questo articolo, con alcune piccole differenze, anche nel sito BASE Cinque – Appunti di matematica ricreativa (http://utenti.quipo.it/base5/), dedicato prevalentemente alla matematica, con una ampia sezione didattica.

1.

Un ricercatore chiuse 5 scimmie in una stanza dove si trovava una scala e in cima alla scala c’erano delle banane.

Una delle scimmie salì sulla scala per prendere le banane ma…

2.

…appena la scimmia cominciò a salire, le altre 4 scimmie furono spruzzate con acqua freddissima!

Secondo un’altra versione della parabola, tutte le scimmie subirono la doccia fredda.

3.

Dopo un po’, un’altra scimmia provò a salire la scala. Di nuovo doccia fredda per tutti!

Questa situazione si ripeté tante volte, fino a quando le scimmie impararono l’implicazione:

salire la scala => terribile doccia fredda

da cui discende la regola: vietato salire la scala.

Anzi, successe qualcosa di più interessante: se una scimmia provava a salire la scala, le sue compagne le saltavano addosso e la picchiavano!

4.

A questo punto, il ricercatore sostituì una delle scimmie con una nuova scimmia inesperta.

Come previsto, la nuova scimmia vide le banane e iniziò a salire la scala ma le altre scimmie la bloccarono subito e la malmenarono.

5.

Così, anche la nuova arrivata imparò la regola NO scala, NO banana senza sapere perché! E senza neanche subire la doccia fredda! In altre parole, conosceva la regola ma non l’implicazione originaria.

6.

Un’altra delle vecchie scimmie venne tolta dal gruppo e sostituita con una scimmia inesperta.

La scena si ripeté: la scimmia inesperta provò a salire la scala e fu subito bloccata dalle tre vecchie scimmie alle quali si unì anche quella che non aveva mai subito docce fredde.

7.

Un passaggio dopo l’altro, una lezione dopo l’altra, tutte le scimmie originali furono sostituite con nuove scimmie. Queste non sapevano neppure cosa fosse una doccia fredda ma non si azzardavano a salire la scala per arrivare alle banane.

8.

Ma l’esperimento non finisce qui.

Una nuova scimmia venne introdotta nella stanza al posto di una di quelle del secondo gruppo.

Come è naturale, cercò di arrivare alla banana, ma fu subito fermata dalle compagne infuriate.

9.

La nuova arrivata si rivolse alle compagne con una faccia stupita che significava: “Perché mi avete picchiato quando cercavo di prendere la banana?”

10.

Le altre quattro scimmie si fermarono e si guardarono con delle facce perplesse che significavano: “Boh!?” Infatti nessuna di loro era stata spruzzata e così non aveva davvero idea del perché la nuova arrivata non dovesse prendere la banana.

Ma ormai era troppo tardi, le regole erano state fissate.

Perciò le loro facce si trasformarono assumendo un’espressione risoluta: “Questo è il modo in cui si fanno le cose qui.”

11. Conclusioni?

Alcuni interpretano questa storia dicendo che la scimmia che vuole usare la scala per prendere la banana rappresenta un innovatore mentre le altre sarebbero i conservatori e i tradizionalisti che seguono e impongono delle regole senza sapere il perché.

Mah… secondo me, qui non c’è nessun innovatore.

In realtà è sbagliata la regola implicita che sembra essersi formata, anche tra gli “innovatori”:

no scala = no banana

Infatti, in questa situazione è vietato salire la scala ma non è vietato mangiare le banane.

Ogni scimmia singolarmente ha avuto l’occasione di essere un innovatore, ma le scimmie come gruppo non sono state capaci di organizzarsi per arrivare alle banane senza salire sulla scala.

12. L’esperimento originale

A parte gli scherzi, l’esperimento scientifico su cui si basa questa storia è descritto nell’articolo:

Stephenson, G. R. (1967). Cultural acquisition of a specific learned response among rhesus monkeys. In: Starek, D., Schneider, R., and Kuhn, H. J. (eds.), Progress in Primatology, Stuttgart: Fischer, pp. 279-288.

Potete leggerlo online al seguente link: http://www.scribd.com/doc/73492989/Stephenson-1966-Cultural-Acquisition-of-a-Specific-Learned-Response-Among-Rhesus-Monkeys

Buona lettura!

E… buon anno scolastico!

There is 1 comment. Add Yours.

Scrivi un commento!