Menu

ARCHIVIO

Novembre 2014: scienza da vedere, fare, ascoltare [Da segnare in agenda]

♦ Food. La scienza dai semi al piatto

Una mostra tutta dedicata al cibo, perché gli aspetti in gioco sono davvero tanti. Partendo dai semi si può parlare di biodiversità, ma anche di storia delle civiltà, di sociologia e di economia. Serve poi la genetica, per capire come dalla tradizionale carota viola si è passati a quella arancione. E, ancora, si può parlare di sensi e della trasformazione e conservazione degli alimenti, con tanti spunti scientifici. Ce n’è per tutti i gusti, compresi quelli dei docenti, grazie a percorsi didattici speciali.

Milano, Museo di storia naturale
28 novembre 2014 – 28 giugno 2015

[vai al sito della mostra]

 ♦ Numeri. Tutto quello che conta, da zero a infinito

La matematica può anche non piacere, ma contare è inevitabile e i numeri fanno parte della vita quotidiana. La mostra accompagna alla loro scoperta, svelandone la duplice essenza di oggetti naturali e utili e di oggetti artificiali e sociali. Con tanto di influenze su molte altre discipline, dalla filosofia alla musica, alla religione. Un percorso adatto a tutti, dai meno esperti ai più preparati, con tanto di attività “di laboratorio”. Per tutta la durata dell’esposizione sono inoltre previsti periodici incontri di approfondimento.

Roma, Palazzo delle Esposizioni
16 ottobre 2014 – 15 maggio 2015

[vai al sito della mostra]

♦ Orizzonte mare

Un’esposizione pensata per raccontare i temi più innovativi della ricerca marina e oceanografica, dalla pesca del futuro ai robot sottomarini, dall’energia mareomotrice ai trasporti marittimi. Una particolarità: ci hanno lavorato insieme scienziati e cittadini, individuando congiuntamente gli argomenti trattati. E nello stesso periodo a Città della Scienza c’è anche Gnam Mare, mostra dedicata al mondo della pesca e dell’acquacoltura.

Napoli, Città della scienza
31 ottobre 2014 – giugno 2015

[vai al sito dell'iniziativa]

 ♦ Concorsi di scienza “Romeo Bassoli”

Romeo Bassoli è stato una figura centrale del giornalismo scientifico italiano. A lui l’appuntamento annuale di OrvietoScienza dedica tre diversi concorsi a tema scientifico. Uno scatto di scienza e La scienza in corto, dedicati rispettivamente alla fotografia e al documentario scientifico, sono aperti a tutti e dedicati a temi di carattere naturalistico/ambientale oppure di ricerca scientifica e sue applicazioni. #dilloaGalileo, invece, è un concorso di scrittura per studenti delle scuole superiori di secondo grado, dedicato al tema conduttore dell’edizione in corso di OrvietoScienza (quest’anno, la fisica delle particelle). Spazio alla fantasia e in bocca al lupo!

[vai al sito dell'iniziativa]

 

Scrivi un commento!