Menu

ARCHIVIO

Dormire, cooperare, divulgare ed essere cittadini

Dentro i segreti del sonno

Se c’è qualcosa di cui sappiamo davvero poco, è il nostro sonno. Non c’è dubbio che tutti gli animali abbiano bisogno di dormire. Ma come? E perché?

Till Roenneberg di mestiere fa il cronobiologo e dunque è la persona adatta per guidarci alla scoperta di quel che si sa del sonno e dei suoi meccanismi, soprattutto in termini di ritmi e orari, con il suo libro Che ora fai? Per capire, per esempio, se il modo in cui dormiamo sia quello che davvero ci è più congeniale o sia dettato solo dai nostri obblighi sociali e dalla vita che conduciamo.

Dotato non solo di solide basi scientifiche, ma anche di ottime capacità divulgative, Roenneberg si appoggia a dati, studi, ricerche, ma anche intuizioni e osservazioni, e lascia spazio ai lettori.

[Leggi la scheda di presentazione del libro]

Guarda una conferenza di Roenneberg

0:03 / 23:05 Social Jetlag – What You Need to Know About Your Sleep (Till Roenneberg)

Un nuovo modo per finanziare progetti

Piccoli orti in mezzo ai palazzi o aiuto alle ragazze maltrattate, corsi di fumetto legati a progetti di cooperazione: ci sono molte idee e tutte diverse tra i progetti vincitori della prima edizione del bando Aviva Community Fund. Chi ha un progetto per le scuole può provare a cercare un finanziamento utilizzando la piattaforma creata dalla società di assicurazioni britannica Aviva.

Il 6 aprile sono stati pubblicati i progetti vincitori della prima edizione del bando, che si sono aggiudicati finanziamenti fino a 10.000, 7.000 e 3.000 euro nei tre settori della valorizzazione della figura femminile, della salute e dell’infanzia.

[Leggi l'elenco dei progetti vincitori]

La fisica spiegata dai fisici

copertina della rivista accastampatoDa alcuni anni attorno alla facoltà di Fisica della Sapienza di Roma si è creata una comunità di studenti, ricercatori e docenti che si dedicano anche alla divulgazione scientifica.

Esiste un laboratorio di scrittura, ma soprattutto esiste una rivista, che con periodicità variabile viene pubblicata online e messa a disposizione di tutti. Si chiama Accastampato, è scritta da giovani per i giovani: è dedicata, almeno nelle intenzioni, soprattutto ai ragazzi dell’ultimo anno delle superiori.

È anche possibile iscriversi per ricevere solo la newsletter e il pdf della pubblicazione via email.

[Guarda la rivista]

Imparare la cittadinanza scientifica

Il meccanismo è quello classico: immergere i ragazzi in un caso concreto, in una storia nella quale possano riconoscersi e, in tal modo, guidarli alla scoperta di concetti, alla discussione sui temi, alla presa di coscienza dei problemi e delle loro possibili soluzioni.

Così fa Maria Nicolaci, aiutata dalle illustrazioni di Lucia Biagi, nel volume Lena e la cittadinanza scientifica, che narra delle avventure di un gruppo di ragazzini alle prese con il progetto per realizzare un parcheggio su un terreno del quartiere in cui vivono.

Imparare a conoscere ciò di cui si parla, a valutare le opinioni e le ragioni di tutti, prima di assumere una posizione, è il filo guida della narrazione, non per nulla accompagnata anche da schede esplicative. Una buona idea non solo per i più piccoli, a cui sarebbe rivolto il libro.

[Leggi la scheda di presentazione del libro]

Scrivi un commento!