Menu

ARCHIVIO

Le notizie del mese di gennaio 2016 [scienza da non perdere]

Arrivano quattro nuovi elementi chimici

È ufficiale: la tavola periodica degli elementi è da aggiornare. Il 30 dicembre scorso la International Union of Pure and Applied Chemistry ha annunciato che sono state verificate le scoperte di quattro nuovi elementi, che vanno a completare il settimo periodo della tavola periodica degli elementi. Si tratta dell’elemento 113, battezzato provvisoriamente ununtrio (simbolo Uut); del 115, nome provvisorio Ununpentio (Uut); del 117 nome temporaneo Ununseptio (Uus) e del 118, nome temporaneo Ununoctio (Uuo).

[Leggi il comunicato stampa della UPEC (in inglese)]

Come il clima danneggia l’agricoltura

Per la prima volta uno studio scientifico ha provato a stimare i danni prodotti all’agricoltura dagli eventi meteorologici estremi, come siccità, ondate di calore, freddo estremo e alluvioni. Il risultato è che in 50 anni, dal 1964 ad oggi, è stato perso l’intero raccolto di mais e frumento di un anno a livello mondiale. Lo studio, pubblicato da «Nature», è stato condotto da scienziati canadesi e britannici e si è basato sui dati della Fao.

[Leggi la news su Le Scienze]

Il corteggiamento dei dinosauri

Una serie di orme i dinosauri rinvenute in Colorado e risalenti a un periodo compreso tra 145 e 66 milioni di anni fa, ha suggerito a un gruppo di paleoantropologi dell’università locale che i dinosauri potessero avere comportamenti rituali di corteggiamento. Le impronte, infatti, svelano una seri di graffi paralleli sul terreno che sarebbero stati prodotti dagli animali appoggiando il peso su una sola zampa e grattando il terreno con l’altra. Proprio come fanno alcuni uccelli per mostrare la propria capacità di scavare nidi a terra.

[Leggi la news su Science (in inglese)]

Che cosa racconta l’ulcera di Ötzi

L’uomo del Similaun, l’agricoltore del Neolitico vissuto circa 5300 anni fa e ritrovato mummificato sulle Alpi in provincia di Bolzano, era stato infettato da un batterio assai simile all’Helicobacter pylori, il batterio che provoca l’ulcera. I ricercatori sono riusciti a ricostruire sequenze del DNA di Helicobacter individuandole in mezzo al materiale estratto dallo stomaco della mummia.

La scoperta segna un punto importante per la ricostruzione della convivenza tra l’uomo e alcuni agenti patogeni e illustra come l’analisi microbiologica dei resti umani sia una chiave per lo studio delle migrazioni dei popoli e dei contatti tra i diversi gruppi di uomini presitorici.

[Leggi il comunicato dell'Accademia Europea di Bolzano]

Quanti alberi ci sono sulla Terra

Sul nostro pianeta ci sono oltre 400 alberi (precisamente 422) per ciascuno degli oltre sette miliardi di esseri umani vivi oggi. È una notizia buona o cattiva? Buona, perché questa nuova stima moltiplica per otto la precedente e porta il totale degli alberi a 3000 miliardi. Cattiva, perché la ricerca degli scienziati della Yale University pubblicata da «Nature» ci dice anche che ogni anno spariscono 15 miliardi di alberi, con una riduzione che arriva al 46 per cento rispetto a quando l’uomo ha cominciato la propria avventura.

[Leggi la notizia su Le Scienze ]

Scrivi un commento!